Chez Moi: quella sera in cui siamo stati parte di una fiaba

Le fiabe esistono ancora. Forse non tutti le raccontano, forse non tutti hanno voglia di ascoltarle ma, vi assicuro, esistono ancora.
Sono fiabe moderne, questo è certo. Non sono fiabe con principesse e zucche che diventano carrozze, sono fiabe, invece, che hanno come protagoniste persone buone, che amano di tutto cuore e tu, anche se le vedi per la prima volta, te ne accorgi.

Per me il cibo è sempre stato magia, insomma ragazzi… farina, zucchero, lievito, uova, burro, unisci il tutto, aggiungi un po’ di latte, metti nel forno e diventa una torta! Se non è magia questa!
Ecco, ho trovato chi del cibo ne ha fatto una magia proprio come me: Eleonora.

Continua a leggere “Chez Moi: quella sera in cui siamo stati parte di una fiaba”

FICO EATALY WORLD: ve l’hanno mai raccontato così?

Guardare FICO coi miei occhi

Quando ti trovi a Bologna il 16 di agosto forse la prima cosa che ti viene in mente è: “Mare dove sei?” Beh, devo dire che quest’anno ho trovato un modo molto innovativo per trascorrere il weekend di Ferragosto… una domenica da Fico!

Avevo già visitato tante volte il parco che, per chi non lo sapesse, è il più grande parco agroalimentare al mondo. “FICO” è l’acronimo di Fabbrica Italiana Contadina. Esso racchiude nel suo nome ciò che vi è al suo interno, ossia la simbiosi fra il mondo contadino e l’eccellenza agroalimentare italiana. Il parco ha un’estensione di 10 ettari, di cui otto sono costituiti dalle aree interne dedicate alle quaranta fabbriche italiane, mentre due sono gli ettari di aree esterne appannaggio della materia prima. Continua a leggere “FICO EATALY WORLD: ve l’hanno mai raccontato così?”

Circolo Mazzini si racconta: la convivialità ai tempi del Covid-19


Un articolo dedicato a tutti gli amanti del quartiere Mazzini e, perché no, a tutti coloro che non lo conosco così bene! 

Luogo di riferimento per il quartiere è il “Circolo Mazzini”, un locale dagli spazi molto ampi in quanto gli ambienti, oggi frutto di attento restauro. Ospitava la prima pompa di benzina e le officine auto della via Emilia, la “via” per antonomasia che attraversa tutta Bologna.

Trattoria Emiliana, materie prime di altissima qualità, punto di ritrovo per giovani e non, il posto perfetto per studiare con gli amici, per una partita a biliardino o per bersi una cosa in compagnia. Eppure, anche questa realtà così radicata in città, ha dovuto chiudere i battenti per un po’. Solo parzialmente, però. Infatti, è attivo il servizio di consegna a domicilio.

Dopo il primo decreto sul COVID-19, la struttura aveva inizialmente preso misure di prevenzione: poteva ospitare circa 60 persone mantenendo distanziate le persone fino a 2 metri. Inoltre, il Mazzini aveva applicato un rigido protocollo per limitare completamente la diffusione del virus. Oltre al distanziamento dei tavoli e di tutte le sedute, il personale è stato formato per prendere le giuste precauzioni, come tenere un’adeguata distanza dal cliente, lavare e igienizzare sovente le mani, e avere più cambi durante il servizio. I responsabili delle pulizie facevano una costante sanificazione di tutti ambienti, con particolare attenzione alle maniglie e ai passamano. Infine,una colonnina autoportante con gel igienizzante era a disposizione di tutti i clienti in sala.

Continua a leggere “Circolo Mazzini si racconta: la convivialità ai tempi del Covid-19”

Cucineria Delivery si racconta: la convivialità ai tempi di Covid-19

Le attività di ristorazione che effettuano servizio a domicilio possono ancora lavorare. A Bologna, sono diverse le attività di questo genere.

Oggi vi racconto della Cucineria Delivery che fa servizio a domicilio da sempre, a prescindere da quest’emergenza.unnamed Continua a leggere “Cucineria Delivery si racconta: la convivialità ai tempi di Covid-19”

Bombas : la prima hamburgeria sarda nel cuore di Bologna

“Toccatemi tutto ma non il pranzo della domenica” è così che ci ha detto Silvia, una delle socie di Bombas, la prima hamburgeria sarda di Bologna. Domenica scorsa infatti, il team di Bombas ha regalato anche a tutti noi un pranzo della domenica coi fiocchi ed ecco qui che mi accingo a raccontarvelo!


Quando nasce Bombas?

Bombas nasce a Cagliari nel 2014 grazie ad un’idea di Fabrizio Muscas, proprietario del marchio Bombas e ideatore del progetto. “L’idea è minimalista e semplice” ci spiega Fabrizio “realizzare degli hamburger. Tutte le ricette, anche quelle più antiche e rivisitate, riguardanti la Sardegna, le abbiamo prese e assemblate dentro un panino.”
L’obiettivo di Bombas è quello di rappresentare e promuovere la cucina sarda grazie alla creazione di hamburger artigianali dal gusto ricercato. Continua a leggere “Bombas : la prima hamburgeria sarda nel cuore di Bologna”