Pummà apre in via Sant’Isaia: non perdere l’occasione di provarlo!

E così ieri ha aperto Pummà in via Sant’Isaia. Ironia della sorte, l’ultima volta che ci sono stata è stata la sera del 2 marzo e il 9 marzo è iniziato il lockdown.

L’ultimo ristorante serale all’epoca, l’ultimo ristorante serale adesso. Questi mesi sono stati davvero strani, questo tempo è paragonabile ad un giro di montagne russe: momenti in salita durante le chiusure e momenti in discesa quando i locali erano aperti e il virus sembrava essersi fatto da parte.

Dicevo… Pummà ha riaperto, aggiungendo novità nel menù: non solo pizze, ma anche proposte dalla cucina sia come primi che come secondi e, se cercate un piatto unico, potete optare anche per l’hamburger con i buns del Forno Calzolari.

Continua a leggere “Pummà apre in via Sant’Isaia: non perdere l’occasione di provarlo!”

ARTE-CULTURA-MUSICA : ecco come Borgo Mameli fa innamorare i suoi clienti

Borgo Mameli

Oggi vi porto alla scoperta di Borgo Mameli, grazie alla chiacchierata fatta con Giacomo Berti Arnoaldi Veli, socio fondatore del progetto.

Chi sono io e cos’è Borgo Mameli

Io mi chiamo Giacomo Berti Arnoaldi Veli, faccio parte di una cordata di imprenditori che, a novembre dell’anno scorso, ha deciso di acquistare all’asta dal demanio l’ex birreria della Caserma Mameli. Allo stesso tempo faccio parte di PeacockLAB, un’associazione culturale attiva da dodici anni sul territorio, che ha inventato format creativi, artistici e culturali con l’obiettivo di accendere i riflettori su zone della città che hanno bisogno di essere riattivate per la cittadinanza. Il progetto Borgo Mameli nasce da una partnership di questa cordata di imprenditori capitanata da Renato Lideo con l’associazione culturale PeacockLAB. Noi proprietari dei muri di Borgo Mameli siamo in cinque: Renato Lideo, Maurizio Cecconi, Marzia Mascagni, George Aquila e io.

Borgo Mameli è un progetto di rigenerazione urbana e recupero di uno spazio. Borgo Mameli è un luogo per la cultura grazie a una programmazione composta da micro concerti, incontri e performance teatrali. Al suo interno ci sono anche dei format di ristorazione, ma Borgo Mameli non è un ristorante.

Continua a leggere “ARTE-CULTURA-MUSICA : ecco come Borgo Mameli fa innamorare i suoi clienti”

Giornata mondiale dell’alimentazione: i Food Heroes dell’Antoniano di Bologna

Oggi è il World Food Day, giornata mondiale dell’alimentazione, e ho deciso di aderire all’iniziativa promossa da FAO per far conoscere e ringraziare i Food Heroes, gli eroi del cibo.

Questi “eroi” non sono altro che gli agricoltori, i trasportatori, i volontari che servono il cibo a tavola e tante altre persone.
Ma anche noi possiamo diventarlo, ci sono tantissimi modi per far sì che il cibo nutriente sia accessibile a tutti e, per dimostrarlo, ho deciso di intervistare Fra Giampaolo Cavalli, direttore dell’Antoniano di Bologna che, con la “Mensa Francescana”, dimostra tutti i giorni come sia possibile aiutare chi è meno fortunato di noi.

Fr. Giampaolo Cavalli, direttore di Antoniano
Continua a leggere “Giornata mondiale dell’alimentazione: i Food Heroes dell’Antoniano di Bologna”

Chez Moi: quella sera in cui siamo stati parte di una fiaba

Le fiabe esistono ancora. Forse non tutti le raccontano, forse non tutti hanno voglia di ascoltarle ma, vi assicuro, esistono ancora.
Sono fiabe moderne, questo è certo. Non sono fiabe con principesse e zucche che diventano carrozze, sono fiabe, invece, che hanno come protagoniste persone buone, che amano di tutto cuore e tu, anche se le vedi per la prima volta, te ne accorgi.

Per me il cibo è sempre stato magia, insomma ragazzi… farina, zucchero, lievito, uova, burro, unisci il tutto, aggiungi un po’ di latte, metti nel forno e diventa una torta! Se non è magia questa!
Ecco, ho trovato chi del cibo ne ha fatto una magia proprio come me: Eleonora.

Continua a leggere “Chez Moi: quella sera in cui siamo stati parte di una fiaba”